menu di scelta rapida

background image

torna al menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Bandi

11/02/2019

PO FEAMP, Valore aggiunto, qualità dei prodotti e utilizzo delle catture indesiderate

PO FEAMP, Valore aggiunto, qualità dei prodotti e utilizzo delle catture indesiderate

Sostenere gli investimenti a bordo volti ad accrescere il valore commerciale delle catture, in linea con l’obiettivo tematico di migliorare la competitività delle PMI previsto tra gli obiettivi tematici del Quadro Strategico Comune per la programmazione 2014/2020 (Obiettivo Tematico 3): è questa la finalità dell’avviso pubblico finanziato con fondi del FEAMP – Misura 1.42 “Valore aggiunto, qualità dei prodotti e utilizzo delle catture indesiderate “ e approvato dalla Regione Lazio con Determinazione n. G1000 del 5 febbraio 2019.

Destinatari e beneficiari dell’avviso, che stanzia complessivamente 145.656,63 euro, sono gli armatori e i proprietari di imbarcazioni da pesca che potranno realizzare interventi finalizzati a:

a) valorizzare i prodotti della pesca, in particolare consentendo ai pescatori di provvedere alla trasformazione, alla commercializzazione e alla vendita diretta delle proprie catture;

b) innovare gli attrezzi selettivi a bordo per ridurre al minimo le catture indesiderate in grado di migliorare la qualità dei prodotti della pesca.

 

L’investimento massimo ammissibile è pari a 100.000 euro, quello minimo a 5.000 euro, mentre le spese ammissibili riguardano:

 

Acquisto di mezzi/attrezzature atti al trasporto ed idonei alla vendita diretta del pescato da parte dei pescatori, quali:

a) automezzi per la conservazione della catena del freddo:

  • spese per la fornitura e la posa in opera di cassoni coibentati e spese strettamente inerenti l’acquisto dei sistemi di refrigeramento delle celle frigorifere per i prodotti ittici - per i quali non si può interrompere la catena del freddo - esclusa la motrice (autoveicolo e autocarro);
  • l’acquisto di un automezzo dotato di coibentazione e gruppo frigorifero;

b) automezzi per la vendita diretta del pescato:

  • veicoli attrezzati per la vendita su strada;

- servizi e tecnologie per lo sviluppo di prototipi e/o campionari;

  • check-up tecnologici, sperimentazioni;
  • macchine per il trattamento del pescato;
  • macchine per la fabbricazione del ghiaccio;
  • impianti frigoriferi;
  • ristrutturazione e isolamento della stiva (senza aumento della stazza);
  • acquisto di macchinari, attrezzature per la lavorazione, la prima trasformazione, conservazione, confezionamento, etichettatura e commercializzazione e vendita diretta dei prodotti della pesca, incluse quelle per il trattamento degli scarti;
  • opere murarie e/o impiantistiche strettamente inerenti il progetto, ivi compresi interventi per l’accessibilità e il superamento delle barriere architettoniche;
  • investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto;
  • spese materiali per indagini/analisi preliminari (ad esempio analisi chimico-fisiche, verifiche strutturali, rilievi geologici, etc.);
  • spese generali (costi generali e costi amministrativi): si tratta di spese collegate all’operazione finanziata e necessarie per la sua preparazione o esecuzione, disciplinate nel documento Linee Guida per l’ammissibilità delle spese del Programma Operativo FEAMP 2014/2020 (Spese Generali, paragrafo 7.1.1.13). Sono spese quantificate forfettariamente e ammissibili a cofinanziamento fino ad una percentuale massima del 12% dell'importo totale ammesso.

 

Le domande di sostegno dovranno essere inviate a mezzo PEC entro il 19 aprile 2019, esclusivamente ai seguenti indirizzi:

Area Decentrata Agricoltura Lazio Sud adalatina@regione.lazio.legalmail.it

Area Decentrata Agricoltura Lazio Centro - adaroma@regione.lazio.legalmail.it

Area Decentrata Agricoltura Lazio Nord adaviterbo@regione.lazio.legalmail.it

 

La domanda di sostegno, completa della relativa documentazione, deve riportare in oggetto la dicitura “Misura 1.42 del PO FEAMP 2014-2020 - Domanda di sostegno”.

I documenti devono essere firmati e scansionati o firmati digitalmente e allegati al messaggio inoltrato di posta elettronica certificata in formato pdf.

 

Contatti

Per informazioni gli interessati possono rivolgersi all’area: politiche di prevenzione e conservazione della fauna selvatica e gestione delle risorse della pesca e dell'acquacoltura sita in Via del Serafico, 107 – 00142 Palazzina/Piano/Stanza:- / 2 / B201 oppure -/3/318 Telefoni: 0651688917 / 0651688139 / 0651689453 E-mail: mcennerilli@regione.lazio.it / gruffini@regione.lazio.it / lberardi@regione.lazio.it

oppure all’Area Decentrata Agricoltura della Provincia di appartenenza:

Area Decentrata Agricoltura Lazio Sud

sede di Frosinone - Via Francesco Veccia 23 - 03100 Frosinone (FR) telefono:0775851670

sede di Latina: Via Romagnoli, 25 telefono: 0773446671

Area Decentrata Agricoltura Lazio Centro Via Rodolfo Lanciani, 38 - 00162 Roma (RM) Palazzina/Piano/Stanza: - / 3.1 / A315 telefono: 0651686615

Area Decentrata Agricoltura Lazio Nord Via Mariano Romiti 80 - 01100 Viterbo (VT) Telefono: 0761298602

 

Documentazione di riferimento

TROVA IL TUO BANDO

RICERCA AVANZATA