menu di scelta rapida

background image

torna al menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Bandi

25/11/2017

PSR FEASR, 12 milioni di euro per la diversificazione della attività agricole (prorogato al 15 gennaio 2018)

PSR FEASR, 12 milioni di euro per la diversificazione della attività agricole (prorogato al 15 gennaio 2018)

Ammonta a 12 milioni di euro complessivi il finanziamento alle domande di sostegno presentate per l’avviso pubblico “Diversificazione delle attività agricole” relativo alla Misura 06 del PSR FEASR – “Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese”, finalizzata alla qualificazione e alla valorizzazione delle risorse specifiche del territorio, la multifunzionalità in agricoltura e la differenziazione dei redditi agricoli – Sottomisura 6.4.1 che, nello specifico, mira a incentivare gli investimenti volti alle attività di diversificazione dei redditi delle aziende agricole, attraverso la creazione, il potenziamento, la qualificazione di attività agrituristiche e di diversificazione delle attività agricole.

Beneficiari dell’avviso sono:

  • Gli agricoltori attivi, in possesso dei requisiti stabiliti dall’articolo 9 del Reg. (UE) n. 1307/2013. Per la definizione della figura di “agricoltore attivo” si fa riferimento ai decreti ministeriali attuativi del primo pilastro della Politica Agricola Comune (PAC) e delle relative circolari esplicative emanate dall’AGEA Coordinamento;
  • Il coadiuvante familiare a condizione che sia il membro di una famiglia di agricoltore attivo, che lavori in azienda al momento della presentazione della domanda, con l’eccezione dei lavoratori agricoli impegnati nelle attività aziendali.

Non sono ammissibili le imprese in difficoltà ai sensi degli orientamenti dell’Unione per gli aiuti di Stato nel settore agricolo e forestale e degli orientamenti dell’Unione in materia di aiuti di stato per il salvataggio e la ristrutturazione delle imprese in difficoltà.

Le tipologie di intervento e sottointervento - specificate all’interno del testo dell’avviso - ritenute ammissibili e sono:

  • Sviluppo di Attività Agrituristiche
  • Trasformazione e vendita diretta dei prodotti tipici
  • Attività culturali, didattiche, sociali, ricreative e terapeutico – riabilitative
  • Fornitura di servizi ambientali svolti dall’impresa agricola per la cura e manutenzione di spazi non agricoli

Nell’ambito di tali tipologie di intervento sono ammissibili a sostegno le spese per:

A) Investimenti materiali per la costruzione, ristrutturazione e ammodernamento di fabbricati e manufatti produttivi aziendali (investimenti strutturali);

B) Dotazioni;

C) Spese generali;

D) Investimenti immateriali

Le domande di sostegno devono pervenire entro le ore 18,00 del 15 gennaio 2018 (termine prorogato con la determinazione n. G16123 del 24 novembre 2017) e la presentazione deve avvenire sul portale del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN) al seguente indirizzo: http://www.sian.it, a totale carico e cura del beneficiario o suo delegato, secondo le modalità stabilite nel presente Bando – Articolo 9 “Termini e Modalità per la presentazione della domanda di sostegno”.

Prima della presentazione della domanda di sostegno, il richiedente deve provvedere a costituire o aggiornare il Fascicolo unico aziendale.

Le domande di sostegno presentate per l’adesione al regime di aiuti attivato con il presente bando pubblico e ritenute ammissibili al finanziamento concorreranno a formare un’unica graduatoria regionale, in ordine decrescente, sulla base del punteggio attribuito a seguito delle valutazioni istruttorie con riferimento ai criteri di selezione riportati nella tabella “Criteri di selezione”.

Per la presente tipologia di operazione è prevista una riserva finanziaria per le operazioni (progetti) realizzati in aree rurali C e D secondo la classificazione regionale.

La Direzione regionale Agricoltura e Sviluppo Rurale, Caccia e Pesca, a seguito dell’istruttoria amministrativa e della valutazione svolta sulla base dei criteri di selezione, provvederà a pubblicare i propri Atti dirigenziali di approvazione della graduatoria regionale su questo sito e sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio (B.U.R.L.).

Contatti

Per informazioni, gli interessati possono rivolgersi all’AREA PRODUZIONI AGRICOLE E ZOOTECNICHE, TRASFORMAZIONE, COMMERCIALIZZAZIONE E DIVERSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA' AGRICOLE, sita in Roma, in Via del Serafico n. 107 - c.a.p. 00142 -  Palazzina/Piano/Stanze: /3.2/ D342 - D377 - D379.

Telefoni: 06.51688153 / 06.51688081

E-mail: raleandri@regione.lazio.it / ffaustini@regione.lazio.it 

oppure all’Area Decentrata Agricoltura della Provincia di appartenenza:

ADA di Frosinone - Via Veccia, 23 – 03100. Telefono: 0775.851670

ADA di Latina - Via Villafranca, 2 D – 04100. Telefono: 0773.480016

ADA di Rieti - Via Tavola d’Argento, 1 – 02100. Telefono: 0746.264600

ADA di Roma - Via Luigi Pianciani, 16 – 00185. Telefono: 06.51686615

ADA di Viterbo - Via Romiti, 80 – 01100.  Telefono: 0761.298602

 

Documentazione di riferimento

TROVA IL TUO BANDO

RICERCA AVANZATA