menu di scelta rapida

background image

torna al menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Bandi

04/05/2016

Investimenti nelle aziende agricole finalizzati al miglioramento delle prestazioni (PSR FEASR)

Investimenti nelle aziende agricole finalizzati al miglioramento delle prestazioni (PSR FEASR)

Un sostegno per l’ammodernamento delle strutture e l’introduzione di tecnologie innovative in grado di garantire un miglioramento del rendimento globale della tua azienda agricola.

E’ finalizzato al raggiungimento di questi obiettivi l’avviso pubblico PSR FEASR 2014-2020 che stanzia 48 milioni di euro per la Misura 4.1.1 destinata a “Investimenti nelle singole aziende agricole finalizzati al miglioramento delle prestazioni”.

Destinatari dell’avviso sono agricoltori attivi singoli o associati in possesso dei requisiti di cui all’articolo 9 del Reg. (UE) n. 1307/2013. Per la definizione della figura di “agricoltore attivo” si fa riferimento ai decreti ministeriali attuativi del primo pilastro della Politica Agricola Comune (PAC) e delle relative circolari esplicative emanate dall’AGEA Coordinamento; Limitatamente alla realizzazione di “investimenti collettivi" le “Associazione di agricoltori”, in qualità di soggetti capofila.

Gli interventi ammissibili sono investimenti materiali e/o immateriali finalizzati al miglioramento delle prestazioni dell’azienda agricola che riguardino almeno uno degli aspetti seguenti:

  • riconversione varietale e diversificazione colturale delle produzioni agricole;
  • realizzazione di nuovi impianti di colture arboree ed arbustive poliennali permanenti o adeguamento dei preesistenti;
  • interventi di "miglioramento fondiario", cioè che riguardano il capitale fondiario.

Tali interventi possono riguardare:

  • costruzione o ristrutturazione di beni immobili necessari all’attività produttiva aziendale e comunque non finalizzati l'irrigazione;
  • viabilità aziendale;
  • tecnologie innovative per l’introduzione in azienda di nuove macchine e attrezzature, di impianti e sistemi innovativi per la lavorazione dei prodotti;
  • recupero e incremento del valore aggiunto anche attraverso il sostegno alle fasi di trasformazione e/o commercializzazione dei prodotti aziendali, con esclusione dei prodotti in uscita diversi da quelli ricompresi nell’allegato I al TFUE ed ivi inclusa la vendita diretta.

Gli investimenti per la vendita diretta sono ammissibili solo nel caso in cui le produzioni commercializzate siano ottenute in via esclusiva a livello aziendale;

  • introduzione o rafforzamento di sistemi per il miglioramento della qualità e per la sicurezza del prodotto alimentare, anche attraverso l’introduzione di sistemi di certificazione volontaria;
  • miglioramenti strutturali per il benessere degli animali finalizzati alla realizzazione di condizioni più favorevoli di quanto già previsto o per adeguamenti alle norme obbligatorie già vigenti in materia;
  • miglioramento della sicurezza sul lavoro;
  • miglioramento della sostenibilità ambientale delle attività aziendali;
  • miglioramento dell’efficienza nell’impiego dei fertilizzanti;
  • miglioramento delle strutture di stoccaggio del letame;
  • macchinari per interventi volti alla riduzione dell’erosione del suolo.

Ciascun progetto è finanziabile con un contributo massimo di 2 milioni di euro quale limite massimo del costo totale dell’investimento ammissibile elevabile a 7, 5 milioni di euro in caso di investimento collettivo.

La domanda di sostegno dovrà essere presentata entro e non oltre il 20 febbraio 2017 ed effettuata esclusivamente mediante apposita procedura informatica, accessibile via Internet, utilizzando le funzionalità on-line messe a disposizione dall’Organismo Pagatore (AGEA) collegandosi al portale SIAN al seguente indirizzo: http://www.sian.it, accedendo all’area riservata, previa registrazione e secondo le modalità definite nell’apposito Manuale Utente, predisposto dallo stesso SIAN, e pubblicato su questo sito nella sezione “PSR FEARS” - sottosezione “Sistema Informativo”.

Per richiedere le credenziali di accesso all’applicativo per la presentazione delle domande di sostegno è necessario compilare l’apposito modulo di richiesta disponibile su questo sito.

convertirlo in PDF e firmarlo digitalmente. Il file firmato digitalmente dovrà essere trasmesso via PEC all’indirizzo agricoltura@regione.lazio.legalmail.it.

Si comunica che il termine ultimo per la presentazione delle deleghe relative ai bandi in scadenza il 20 febbraio 2017 è fissato alle ore 23:59:59 del 13 febbraio 2017. Le richieste inviate oltre tale limite saranno respinte, fatte salve le richieste effettuate come integrazione documentale di richieste pervenute entro la scadenza prevista, per le quali la Regione Lazio ha comunicato al tecnico un esito negativo.

Per ulteriori informazioni:

Dirigente Roberto Aleandri - tel. 06.51688153 - email raleandri@regione.lazio.it

Paolo Pandolfi - 065168 8086 - ppandolfi@regione.lazio.it

Aree Decentrate Agricoltura:

ADA Frosinone dr Angelo Leonelli - tel. 0775851670 - email angeloleonelli@regione.lazio.it

ADA Latina dr Luciano Massimo - tel. 0773480016- email lmassimo@regione.lazio.it

ADA Rieti dr Amadio Lancia- tel. 0746264600 - email alancia@regione.lazio.it

ADA Roma dr.ssa Lina Selva - tel. 0651686615 - email lselva@regione.lazio.it

ADA Viterbo dr Giovanni Carlo Lattanzi tel. 0761298602 email gclattanzi@regione.lazio.it

 

Documentazione di riferimento

Domande frequenti (FAQ)

TROVA IL TUO BANDO

RICERCA AVANZATA