menu di scelta rapida

background image

torna al menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Bandi

11/03/2019

PSR FEASR, Pagamenti per impegni agro-climatico-ambientali

PSR FEASR, Pagamenti per impegni agro-climatico-ambientali

Riduzione dell’erosione del suolo e incremento della sostanza organica, migliore gestione delle risorse naturali, implementazione dei metodi di agricoltura estensiva e infine salvaguardia, ripristino e miglioramento della biodiversità: sono queste le finalità dal bando Pagamenti per impegni agro-climatico-ambientali (PSR FEASR 2014-2020, Misura 10 - Sottomisura 10.1), approvato dalla Regione Lazio con Determinazione n. G02589 del 7 marzo 2019.

Il bando – che mira a incoraggiare gli agricoltori e gli altri gestori del territorio ad offrire un servizio ambientale a vantaggio dell’intera società, con il miglioramento dei metodi di produzione agricola estensivi e compatibili con la tutela e con il miglioramento dell’ambiente, del paesaggio e delle sue caratteristiche, delle risorse naturali, del suolo, dell’acqua e della biodiversità - ha come destinatari gli agricoltori e altri gestori del territorio e come beneficiari gli agricoltori attivi, associazioni di agricoltori/ associazioni miste di agricoltori e gli altri gestori del territorio, limitatamente, in entrambi i casi, alla tipologie di operazioni 10.1.8 “Conservazione in azienda e in situ della biodiversità agraria vegetale e 10.1.9 “Conservazione in azienda, in situ ed ex situ, della biodiversità agraria animale.

Le tipologie d’intervento previste, per impegni della durata di 5 anni, sono le seguenti:

  • 10.1.1 “Inerbimento degli impianti arborei”;
  • 10.1.2 “Adozione di vegetazione di copertura annuale sulle superfici a seminativo”;
  • 10.1.3 “Conversione dei seminativi in prati, prati-pascoli e pascoli”;
  • 10.1.4 “Conservazione della sostanza organica del suolo”;
  • 10.1.5 “Tecniche di agricoltura conservativa”;
  • 10.1.7 “Coltivazioni a perdere”;
  • 10.1.8 “Conservazione in azienda e in situ della biodiversità agraria vegetale”.
  • 10.1.9 “Conservazione in azienda, in situ o ex situ, della biodiversità agraria animale”.

Vengono concessi premi per unità di superficie (HA) o per UBA (unità Bestiame adulta). Gli importi sono dettagliati nell’avviso pubblico.

La domanda di pagamento (conferma impegno) per l’accesso al regime di aiuto introdotto con la presente misura/sottomisura/tipologia di operazione, deve essere presentata, entro il 15 maggio 2019 (10 giugno 2019 con penalità), utilizzando l’apposita modulistica predisposta dall’Organismo Pagatore Nazionale (AGEA) utilizzando le funzionalità presenti nell’ambito del portale SIAN. Per le modalità fare riferimento a quanto riportato nel Bando pubblico.

In caso di eventuali proroghe dei termini sopra richiamati da parte delle Autorità comunitarie e/o nazionali, dette scadenze si intendono automaticamente aggiornate.

Il bando consente unicamente la presentazione di domande di pagamento (conferma impegno)

È garantita la copertura finanziaria delle domande di pagamento (conferma annuale degli impegni), successive alla presentazione di domande di sostegno già ammesse a finanziamento.

 

Contatti

06 5168 8253 (Guido Bronchini)

06 5168 8117 (Nadia Biondini)

Per informazioni dirette gli interessati possono rivolgersi anche alle Aree Decentrate Agricoltura (ADA) competenti per territorio.

 

Documentazione di riferimento

TROVA IL TUO BANDO

RICERCA AVANZATA