menu di scelta rapida

background image

torna al menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Struttura di gestione

Secondo quanto previsto dall’art. 65 del Regolamento (UE) n. 1305/2013, per l’attuazione del Programma di Sviluppo Rurale la Regione individua le seguenti autorità:
 
Autorità di Gestione, rappresenta il soggetto responsabile dell’efficace, efficiente e corretta gestione e attuazione del programma ed è individuata nella Direzione Regionale Agricoltura Sviluppo Rurale Caccia e Pesca.
Costituita in conformità a quanto previsto dal Reg. (UE) n. 1303/2013, l'Autorità di Gestione è composta da tutte le aree centrali e periferiche della Direzione Regionale Agricoltura e Sviluppo Rurale, Caccia e Pesca. All’Autorità di Gestione competono le seguenti funzioni:
  • in coerenza con i contenuti programmatici del PSR, definisce le modalità di attuazione, con particolare riferimento agli elementi necessari alla predisposizione delle procedure di selezione dei beneficiari, gli indirizzi per lo svolgimento delle attività di controllo, monitoraggio e valutazione, nonché per l’attuazione delle norme previste dalla Commissione Europea in materia di informazione e pubblicità degli interventi previsti e realizzati;
  • definisce le strategie di spesa atte a garantire il pieno utilizzo delle risorse finanziarie disponibili, anche attraverso l’implementazione di specifiche procedure informatiche, per il costante monitoraggio della sorveglianza finanziaria;
  • definisce ed implementa, in collaborazione con l’Organismo pagatore, il sistema informatico di monitoraggio a livello regionale, garantendo il trasferimento delle informazioni al Sistema Nazionale di Monitoraggio nonché la raccolta e la conservazione dei dati statistici inerenti l’attuazione al fine di supportare anche le attività di sorveglianza e valutazione del Programma;
  • redige e trasmette annualmente alla Commissione la relazione di cui all’art. 75 del Reg. (CE) n. 1305/2013 sullo stato di attuazione del Programma, previa presentazione al Comitato di Sorveglianza;
  • dettaglia i contenuti del Piano di Comunicazione del Programma ed assicura un'adeguata informazione sulle opportunità e lo stato di attuazione del Programma anche attraverso l’organizzazione di incontri, seminari, workshop, iniziative di formazione e di informazione;
  • è responsabile della gestione e l’attuazione dell’assistenza tecnica, sia sotto il profilo tecnico operativo sia sotto il profilo finanziario;
  • è responsabile dell’attività di valutazione e provvede all’affidamento degli incarichi per la valutazione ex ante, in itinere ed ex post del programma, coordina l’attività delle società selezionate, verificando la qualità delle relazioni proposte in coerenza con il quadro comune per la sorveglianza e la valutazione;
  • è responsabile della direzione del Comitato di Sorveglianza e l'invio a quest'ultimo dei documenti necessari per verificare l'attuazione del programma alla luce dei suoi obiettivi specifici
  • fornisce orientamenti sui sistemi di gestione e di controllo necessari per assicurare una efficiente gestione finanziaria dei Fondi Comunitari.

 

Organismo pagatore, rappresentato dall’AGEA (Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura). Ad AGEA competono le seguenti funzioni:

  • Implementazione e definizione delle procedure per la raccolta a il trattamento delle domande di pagamento;
  • esecuzione e contabilizzazione dei pagamenti;
  • fornitura dei dati tecnici, economici e finanziari ai sistemi di monitoraggio;
  • effettuazione dei controlli previsti dalla normativa comunitaria;
  • presentazione dei documenti necessari nei tempi e nella forma previsti dalle norme comunitarie;
  • accessibilità dei documenti e la loro conservazione;
  • collaborazione alla definizione delle disposizioni operative.
 
Organismo di certificazione, ai sensi dell’art. 9 del Reg. (UE) n. 1306/2013 relativamente ai compiti connessi all’attuazione del Programma, sarà rappresentato dalla società selezionata dal MIPAAF a livello nazionale. L’Organismo di Certificazione, nel quadro della certificazione dei conti dell’Organismo Pagatore, è incaricato di:
  • verificare che i pagamenti verso i beneficiari finali e i destinatari ultimi avvengano integralmente e tempestivamente;
  • assicurarsi che l’Organismo Pagatore effettui il tempestivo recupero dei pagamenti irregolari;
  • predisporre e inviare alla Ue e allo Stato le certificazioni della spesa pubblica e le dichiarazioni di spesa complessiva effettivamente sostenuta, oltre alle relative domande di pagamento;

Al fine di garantire la correttezza delle certificazioni e delle dichiarazioni di spesa, verifica che tali documenti riguardino esclusivamente spese:

  • effettivamente realizzate durante il periodo di ammissibilità e documentate mediante fatture quietanzate o altri documenti contabili di valore probatorio equivalente;
  • che si riferiscano ad operazioni selezionate in base ai pertinenti criteri e procedure di selezione e realizzate conformemente alla disciplina comunitaria per tutto il periodo di riferimento;
  • relative a Misure/Operazioni che prevedono regimi di aiuto formalmente approvati dalla Commissione o adottati in applicazione della deroga “De Minimis”;

Infine, verifica l’adeguatezza dei sistemi.

 
Le tre autorità sopra designate sono tutte funzionalmente indipendenti.