menu di scelta rapida

background image

torna al menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Le risorse europee

Nel giugno 2010 il Consiglio Europeo ha adottato la Strategia Europa 2020, all’interno della quale si declinerà anche la politica di coesione per il periodo di programmazione 2014-2020.

La strategia Europa 2020 mira a una crescita che sia:

  • intelligente, grazie a investimenti più efficaci nell'istruzione, la ricerca e l'innovazione;

  • sostenibile, grazie alla decisa scelta a favore di un'economia a basse emissioni di CO2 e della competitività dell'industria;

  • solidale, ossia focalizzata sulla creazione di posti di lavoro e la riduzione della povertà.
     

La strategia s’impernia su cinque ambiziosi obiettivi che i paesi membri dell’UE devono raggiungere entro il 2020:

  1. Occupazione, innalzamento al 75% del tasso di occupazione (per la fascia di età compresa tra i 20 e i 64 anni);
     
  2. Ricerca e Sviluppo, aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo al 3% del PIL dell'UE;
     
  3. Cambiamenti climatici e sostenibilità energetica :
    • riduzione delle emissioni di gas serra almeno del 20% rispetto al 1990;
    • 20% del fabbisogno di energia ricavato da fonti rinnovabili;
    • aumento del 20% dell'efficienza energetica;
       
  4. Istruzione:
    • riduzione dei tassi di abbandono scolastico precoce al di sotto del 10%;
    • aumento al 40% dei 30-34enni con un'istruzione universitaria;
       
  5. Lotta alla povertà e all'emarginazione, almeno 20 milioni di persone a rischio o in situazione di povertà ed emarginazione in meno.
     

L’Unione Europea finanzia l’esecuzione delle azioni per realizzare gli obiettivi prefissati nelle diverse materie di competenza comunitaria attraverso:

  • Fondi Strutturali e di Investimento Europei (SIE), contributi gestiti da Autorità nazionali o regionali tramite i Programmi Operativi, che vengono integrati da risorse nazionali e regionali allo scopo di attuare il principio di coesione economica e sociale all’interno dei paesi membri della Comunità;

  • Fondi a gestione diretta, ovvero gestiti direttamente dalla Commissione Europea attraverso le proprie direzioni generali e/o agenzie esecutive sulla base di programmi di finanziamento “tematici” .