menu di scelta rapida

background image

torna al menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Bandi

07/06/2021

POR FSE, Soggiorni estivi 2021 (contributi per le scuole secondarie superiori di primo e secondo grado) - prorogato al 22 luglio

POR FSE, Soggiorni estivi 2021 (contributi per le scuole secondarie superiori di primo e secondo grado) - prorogato al 22 luglio

L’Assessorato Lavoro e Nuovi diritti, Scuola e Formazione, Politiche per la ricostruzione e Personale, tramite la Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Lazio, ha promosso un avviso finalizzato a sostenere la ripresa delle attività di socializzazione per gli studenti, dopo il periodo di sospensione determinato dall’emergenza epidemiologica da Covid 19, nonché per dare continuità alle attività didattiche in presenza, in previsione dell’avvio dell’anno scolastico 2021-2022.

Nello specifico, gli interventi ammessi al contributo attraverso l’avviso consistono in progetti caratterizzati dalla realizzazione di attività straordinarie di organizzazione di viaggi di istruzione programmati dalle Scuole secondarie superiori di primo e secondo grado da svolgere nei mesi estivi del 2021.

In particolare, l’avviso riconosce la specifica valenza formativa ed esperienziale che la partecipazione ai viaggi di istruzione produce in ragazzi e ragazze di età tra i 12 e i 18 anni. La caratteristica comune delle iniziative didattico-culturali è la finalità di integrazione tra la normale attività della scuola e le attività del mondo dello sport, delle associazioni e del terzo settore, sul piano della formazione generale della personalità dei ragazzi/e o sul piano dell’arricchimento didattico.

Con questo tipo di iniziative si intende favorire quel complesso rapporto tra scuola e ambiente extrascolastico, assegnando così un ruolo sempre più attivo e dinamico alle istituzioni scolastiche, associative, sportive e del terzo settore. Si intende altresì favorire il contatto sempre più immediato dei ragazzi e delle ragazze con l'ambiente naturale che consente infatti di acquisire una maturità più ampia e una maggiore educazione ecologica.

Gli interventi che si intendono realizzare riguardano l’organizzazione di soggiorni estivi da svolgersi nel periodo ricompreso tra il 1° agosto 2021 e il 10 settembre 2021.

Ogni soggiorno, deve prevedere il coinvolgimento di un numero minimo di due accompagnatori e di almeno una risorsa tra le tipologie descritte qui di seguito in base alla tipologia di itinerario proposto:

  • guida turistica autorizzata all’esercizio della professione dalla Regione Lazio o guida ambientale escursionistica riconosciute dall’AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche) o
  • istruttore sportivo in possesso di abilitazione federale (individuate dall’agenzia di viaggio/tour operator che organizza il soggiorno estivo eventualmente anche su indicazione degli istituti scolastici, associazioni ed enti del terzo settore).

Ogni proposta di soggiorno estivo deve prevedere un numero di ragazzi/e coinvolti/e compreso tra 10 e 40.

Le proposte di soggiorni estivi presuppongono, in considerazione delle motivazioni culturali didattiche, sportive e professionali che ne costituiscono il fondamento e lo scopo preminente, una precisa e adeguata programmazione didattica e culturale e si configurano come esperienze di apprendimento e di crescita della personalità, rientranti tra le attività integrative della scuola.

Ogni scuola deve presentare una proposta dettagliata di soggiorno estivo - della durata compresa fra minimo 2 e massimo 6 giorni - che preveda una partnership strutturata con un’agenzia di viaggio/tour operator e l’eventuale coinvolgimento di associazioni culturali e di promozione sociale o enti di promozione sportiva riconosciute dal Coni.

Si invitano i proponenti a tenere presenti, accanto alle più note città d'arte (nelle quali, specie in taluni periodi dell'anno è più accentuato il flusso dei turisti stranieri e italiani), anche località e centri minori, parimenti ricchi di patrimonio storico, artistico e culturale e quindi altrettanto rispondenti agli obiettivi formativi dei viaggi di istruzione in argomento.

A tal proposito le scuole, in accordo con le agenzie di viaggio o tour operator, sono invitate a considerare come strutture ricettive da inserire all’interno della proposta di viaggio anche gli Ostelli della Gioventù attivi sul territorio del Lazio la cui apertura è stata promossa dalla Regione Lazio.

Gli interventi sono rivolti a studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado paritarie e statali o di istituti che gestiscono corsi triennali di istruzione e formazione professionale (IeFP) localizzati all’interno del territorio della Regione Lazio, con particolare riferimento agli alunni con condizioni economiche maggiormente svantaggiate e con soddisfacenti risultati scolastici.

La scuola, in raccordo con le eventuali associazioni ed enti coinvolti, dovrà raccogliere le adesioni al viaggio di istruzione realizzando una graduatoria dei partecipanti che tenga conto della condizione reddituale della famiglia e del merito scolastico.

Possono presentare proposte progettuali le scuole secondarie superiori di primo e secondo grado e gli istituti che gestiscono corsi triennali di istruzione e formazione professionale (IeFP) localizzate sul territorio della regione Lazio in partnership con agenzie di viaggio o tour operator, opportunamente selezionate con procedura di evidenza pubblica da parte della scuola, aventi anch’essi sede legale e/o operativa nel territorio della regione Lazio.

Le agenzie di viaggio o tour operator devono essere in possesso di licenza di categoria A o B e quindi devono essere in grado di fornire un servizio completo: dall’organizzazione del viaggio, comprensivo della sistemazione in albergo, all'assistenza nella visita della località meta del viaggio comprese le agevolazioni di orario o di ingresso nelle visite ai musei, parchi archeologici o naturali, edifici pubblici, stabilimenti industriali, etc.

Ogni scuola può presentare una sola proposta progettuale, pena l’inammissibilità delle proposte ulteriori pervenute cronologicamente nel momento successivo alla prima candidatura, come da orario tracciato dal sistema informatico regionale per l’accesso (SIGEM).

In fase di candidatura del progetto, è possibile l’adesione al progetto di associazioni culturali o di promozione sociale o di enti di promozione sportiva, formalizzata attraverso una apposita lettera che dovrà essere sottoscritta dal relativo rappresentante legale e allegata alla documentazione obbligatoria.

Ogni associazione o ente di promozione sportiva potrà aderire ad una sola candidatura associata ad una sola scuola a valere dell’Avviso.

L’avviso è finanziato a valere sull’Asse 3 – Istruzione e Formazione, del POR FSE 2014-2020 Lazio.

L’importo complessivamente stanziato è di 1,5 milioni di euro.

Le proposte, senza soluzione di continuità e con assegnazione “on demand”, potranno essere presentate dalle ore 9:30 del 22 giugno 2021, fino alle ore 17.00 del 22 luglio 2021 (termine prorogato con Determinazione n. G09006 del 6 luglio 2021). A tal riguardo, sarà cura dell’Amministrazione comunicare la chiusura della procedura.

Le proposte progettuali devono essere presentate esclusivamente attraverso la procedura telematica accessibile dal sito http://www.regione.lazio.it/sigem.

La procedura telematica è disponibile in un’area riservata del sito, accessibile previa registrazione del soggetto proponente e successivo rilascio delle credenziali di accesso (nome utente e password).

I soggetti già registrati potranno accedere inserendo le credenziali in loro possesso. L’inserimento delle credenziali permette l’accesso alla compilazione di tutte le sezioni previste per la presentazione della proposta progettuale.

La procedura di presentazione del progetto è da ritenersi conclusa solo all’avvenuta trasmissione di tutta la documentazione prevista dall’avviso e prodotta dal sistema.

Modalità di presentazione della proposta progettuale diverse da quella indicata comportano l’esclusione.

CHIARIMENTI

 

Contatti

Ai sensi della L. 241/90 e s.m.i., il responsabile unico del procedimento è il Dott. Paolo Giuntarelli della Direzione Regionale Formazione, Ricerca e Innovazione, Scuola e Università, Diritto allo Studio.

Per assistenza e supporto, anche in fase di presentazione delle proposte, scrivere a: contributiscuoleviaggi@regione.lazio.it.

Documentazione di riferimento

TROVA IL TUO BANDO

RICERCA AVANZATA